Conceria la Bretagna

La “Conceria LA BRETAGNA” produce pellami conciati al vegetale dal 1961. Il nostro tipo di concia al vegetale è chiamata in gergo “concia lenta”, perché sono indispensabili molti giorni di intenso ed accurato lavoro per realizzarla.
Concia al vegetale significa innanzi tutto utilizzo di prodotti concianti naturali ricavati da corteccia di alberi quali: quebracho, castagno e mimosa. Le prime fasi della lavorazione sono chiamate “calcinaio” ed a seguire la “decalcinazione” che servono per togliere il primo strato del pelo ai pellami bovini salfreschi (così chiamati perché cosparsi di sale per il loro mantenimento). Tutte queste lavorazioni avvengono all’interno di grosse botti di legno d’iroko. In seguito la pelle è pronta per la vera fase della conciatura a base di estratti naturali come il quebracho, per circa 2/3 giorni.
Successivamente questi pellami vengono pressati con delle grandi presse di legno adatte per togliere l’acqua residua. La fase seguente è chiamata “ingrasso”, dove sempre dentro queste grandi botti insieme al pellame vengono aggiunte miscele a base di olii di origine animale-vegetale quali sego bovino, olio paglierino, etc… A questo punto le pelli sono pronte per essere ben stese ed essiccate in apposite stanze asciutte e ventilate per poter togliere tutta l’umidità. La condizione ideale è all’aria per almeno 3 giorni. Dopo qualche doveroso controllo, la pelle sarà pronta per essere tinta a mano, “fase della tamponatura”, oppure rifinita secondo le esigenze che la moda ed il mercato richiedono. A questo stadio la pelle conciata al vegetale, manterrà inalterate nel tempo le sue caratteristiche di naturalezza e di biodegradibilità ed è adatta a tutti coloro che presentano forme allergiche al cromo.
La Conceria La Breatagna garantisce inoltre che tutti i suoi pellami, certificati dal “Consorzio Vera Pelle Italiana conciata al Vegetale”, sono esenti da cromo, pentaclorofenolo e coloranti benzidinici.

 
menu: chi siamo | concia al vegetale | caratteristiche | i nostri pellami | le richieste dei clienti